Corno alle Scale
(Lizzano in Belvedere) – Bologna
7 ottobre 2017

 

La locandina dell’edizione 2017.

L’idea dell’Hoplokyklodromìa è, in sé, già estrema. A farsi beffe dei cosiddetti “sport estremi” dell’evo contemporaneo, si è deciso di dar luogo ad un’edizione che accoppiasse, alle naturali difficoltà della disciplina sportiva, anche quelle del terreno: pendenze estreme e quote importanti, in una cronoscalata ciclistica a freddo seguita da un impegnativo trail running, il tutto negli incontaminati spazi del Parco Regionale del Corno alle Scale.

Interamente sviluppata su sentieri CAI o su strade aperte al traffico, questa edizione non ha richiesto accordi di accesso, passaggio e sosta con i privati, ma ha comportato difficoltà logistiche tra cui il posizionamento dei giudici di transito e di arrivo, e la segnalazione del percorso con appositi segnavia.

Ad una prima attenta e delicata fase di ricognizione, ne è succeduta una seconda di analisi delle caratteristiche orografiche ed altimetriche del terreno. Ciò ha permesso l’individuazione e successiva definizione di un percorso sfidante ed impegnativo (formato .pdf, 10 mb), in linea con l’alto profilo atletico degli Opliti partecipanti.


Il percorso ufficiale dell’Hoplokyklodromia 2017.


Sebbene, come d’uso, il protetto da Sid Addir Sardus Pater Babay, Cesare Brizio, abbia trionfato in una frazione ciclistica in cui – riportano le cronache – è stato l’unico atleta a non mettere il piede a terra, l’encomiabile triatleta Dimitri Tartari, gareggiante sotto gli auspici del supremo Pazuzu, è stato in gradso di raggiungerlo e superarlo a poco più di 500 metri dal traguardo. Il capace Alessandro Pirani si riconfermava buon terzo.

Il Ristorante Hotel dell’Acero ha ospitato il banchetto finale, nel corso del quale i partecipanti hanno – come d’uso – dato libero sfogo ad ogni eccesso.

DOCUMENTAZIONE UFFICIALE


Classifica finale

Oplita Nazione Eroe ispiratore Nome tutelare
Dimitri Tartari Lesotho Protesilao Pazuzu
Cesare Brizio Kiribati Macaone Sardus Pater Babai
Alessandro Pirani Abkhazia  –  –
Stefano Marchetti Tuvalu Pentesilea Pan
Maddalena Roversi Monaco Liechtenstein Dolone  Lamashtu
 6° (senza frazione ciclistica) Michele Finelli Vanuatu Memnone  Persefone
 7° (ma 6° in classifica) Giovanna Rassaval Circassia Glauco Bumba
n.c. Giulio Giovannetti Sao Tomé e Principe Polidamante Marduk

 

È possibile scaricare qui il registro arrivi ufficiale dell’edizione 2017.